Il Centro di Coordinamento RAEE ha pubblicato il Piano strategico 2024 che definisce gli obiettivi e le attività del Centro con un orizzonte di medio periodo.

Il piano strategico per l’anno in corso si fonda, in particolare, su sette punti cardine:

  • revisione degli Accordi di programma per i CdR e gli LdR per il triennio 2025 – 2027
  • comunicazione e sviluppo di relazioni istituzionali
  • contrasto ai fenomeni del free-riding e dell’esportazione illegale dei RAEE
  • sviluppo di relazioni finalizzate a revisioni della normativa
  • attuazione dell’Accordo sul trattamento e dei controlli sulla filiera
  • attuazione del Decreto sulla preparazione per il riutilizzo
  • garanzia di condizioni omogenee per i consorziati

Tutti gli obiettivi strategici hanno il fine primario di favorire la crescita dei volumi di RAEE avviati a corretto riciclo, nel rispetto della comune volontà dei produttori di AEE.

Con riguardo all’attività di preparazione per il riutilizzo, si ricorda che il Decreto sulla preparazione per il riutilizzo in forma semplificata (D.M. 119/2023) attribuisce un ruolo attivo al CdC RAEE, riconosciuto come principale interfaccia dei soggetti che intendono dare corso ad attività di preparazione per il riutilizzo dei rifiuti elettronici. Al fine di assolvere quanto previsto dal Decreto il Consorzio ha quindi avviato relazioni specifiche con i soggetti esterni, tra cui i produttori e le loro associazioni, funzionali alla condivisione di informazioni e alla pianificazione delle future attività previste dal documento.

Per approfondire ti consigliamo il Master Gestione Rifiuti- Waste Manager XLI edizione, che si terrà in diretta streaming dal 9 febbraio al 22 marzo.


Condividi: