La 28esima Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP28) inizia il 30 novembre a Dubai. L’Unione europea inviterà tutte le parti ad adottare misure urgenti per ridurre le emissioni di gas a effetto serra in questo decennio e a rispettare gli impegni assunti nel quadro dell’accordo di Parigi per limitare il riscaldamento globale a 1,5°C.

Durante la COP28, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen parteciperà al vertice mondiale sull’azione per il clima. Con la presidenza della COP28 lancerà inoltre il Global Pledge on Renewables and Energy Efficiency, con l’obiettivo di triplicare la capacità installata di energie rinnovabili e raddoppiare le misure di efficienza energetica entro il 2030.

Alla COP28 le parti esamineranno per la prima volta i progressi compiuti verso il raggiungimento degli obiettivi dell’accordo di Parigi e definiranno ulteriori azioni necessarie. Il commissario europeo per l’Azione per il clima Wopke Hoekstra guiderà la squadra negoziale dell’UE.

Gli obiettivi negoziali dell’UE comprendono:

– Accelerare l’eliminazione graduale delle emissioni di combustibili fossili

– Lavorare immediatamente per raggiungere gli obiettivi post-2030

– Insistere per la rapida attuazione degli impegni esistenti

– Consentire l’adattamento ai cambiamenti climatici con soluzioni basate sulla natura

– Aumentare i contributi finanziari per il clima da parte dei paesi sviluppati.

La 28esima Conferenza delle Parti (COP) della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC) è un importante vertice internazionale in cui leader mondiali, esperti ambientali, attivisti e parti interessate si riuniscono per discutere e negoziare azioni per combattere il cambiamento climatico. La Commissione partecipa ogni anno alla COP e organizza vari eventi collaterali che affrontano questioni legate al clima.


Condividi: