Il registro PRTR (Pollutant Release and Transfer Register) contiene le informazioni relative alle emissioni in aria, acqua, acque reflue e ai trasferimenti di rifiuti di oltre 3000 stabilimenti industriali italiani soggetti all’obbligo di Dichiarazione (cosiddetta Dichiarazione PRTR). I gestori soggetti all’obbligo di dichiarazione devono trasmettere le informazioni richieste entro il 30 aprile di ogni anno, il flusso delle dichiarazioni è gestito dall’ISPRA, che anche quest’anno ha provveduto a fornire indicazioni operative per la Dichiarazione del 2019, relativa ai dati del 2018, di seguito riportate.

Innanzitutto, la comunicazione dei dati 2018 NON avverrà utilizzando la procedura informatica disponibile sul portale all’indirizzo www.eprtr.it , l’invio telematico dei dati raccolti in formato elettronico avverrà mediante la compilazione e la trasmissione di un modulo in formato excel, predisposto a tale scopo. Si precisa che la variazione riguarda solo le modalità di comunicazione dei dati, restano invariati rispetto agli anni passati i contenuti (parametri e sostanze da comunicare) e i criteri di compilazione della dichiarazione PRTR.

rifiuti-novita-2018

Ecco le modalità di invio dei dati 2018:

  • compilare il modulo in formato excel che riproduce le schede della dichiarazione PRTR. È necessario compilare un file excel per ciascuno stabilimento dichiarante. La dichiarazione deve essere relativa a tutti i 12 mesi dell’anno di riferimento.
  • applicare la firma digitale valida (basata su un certificato qualificato, rilasciato da un certificatore accreditato ai sensi del DL 82/2005) al modulo xls compilato, ottenendo così il file con estensione .p7m da allegare al messaggio di posta elettronica certificata.
  • Rinominare il file P7M indicando “PRTR2019_RagioneSociale_Provincia”.
  • Inviare il messaggio di posta elettronica certificata con oggetto “Dichiarazione PRTR 2019 Ragione sociale, Provincia” con allegata la dichiarazione in formato p7m ai seguenti destinatari:

Condividi: