Con il Decreto 25 gennaio 2018 il Ministero dell’Ambiente ha definito le caratteristiche del corso di formazione in materia di acustica ambientale, prevedendo in particolare che i crediti formativi siano attribuiti solo a seguito del superamento di una prova finale di verifica dell’apprendimento. Con riferimento a questa prova finale, il Ministero ha ora previsto che in casi eccezionali la partecipazione dei componenti della commissione alla prova finale può svolgersi in videoconferenza. Precisamente, con il decreto 25 marzo 2019, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 aprile 2019, è stato aggiunto il comma 3-bis all’art. 5 del predetto decreto 25 gennaio 2018, che ora ammette l’utilizzo della videoconferenza sui seguenti presupposti:

 

  • l’aula nella quale si tiene la prova finale deve essere interamente visibile al fine di consentire il controllo sul corretto svolgimento dell’esame;
  • i quiz a risposta multipla devono essere diversi per ogni candidato e la loro formulazione da parte della commissione deve essere previamente approvata dal presidente;
  • la correzione dei quiz, alla presenza di tutti i membri della commissione, deve avvenire in videoconferenza.

Condividi: