Su proposta del Presidente del Consiglio, il Governo aveva approvato un nuovo regolamento in materia di habitat e fauna selvatica (“Regolamento recante ulteriori modifiche dell’articolo 12 del decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357, concernente attuazione della direttiva 92/43/CEE relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonche’ della flora e della fauna selvatiche”).

Il provvedimento, adottato mediante Decreto del Presidente della Repubblica del 5 luglio 2019 n. 102 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 208 del 5 settembre 2019, modifica la disciplina sulla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché della flora e della fauna selvatiche (decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357).

In particolare, il regolamento dispone che, in presenza di motivate ragioni di interesse pubblico, connesse a esigenze ambientali, economiche, sociali e culturali, il Ministero dell’ambiente  possa derogare al divieto di reintroduzione, introduzione e popolamento in natura di specie e popolazioni non autoctone nel territorio italiano, sulla base sia di studi che evidenzino l’assenza di effetti negativi sull’ambiente, sia di appositi criteri, che lo stesso dovrà adottare entro il termine di sei mesi dalla data di entrata in vigore del provvedimento.


Condividi: