Come già anticipato, prosegue il finanziamento alle regioni per gli interventi contro il rischio idrogeologico, nell’ambito del “Fondo per la progettazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico, istituito per favorire l’efficace avanzamento delle attività progettuali delle opere di mitigazione del rischio idrogeologico e rendere le stesse immediatamente cantierabili. 
 

Il Ministero dell’Ambiente ha, infatti, assegnato altri 20 milioni di euro a Campania, Sicilia, Lazio e Umbria, che permetteranno di realizzare opere per quasi 660 milioni sul territorio.
 

In particolare, i 12 milioni destinati alla Campania finanzieranno, tra gli altri, la progettazione dell’intervento di mitigazione del rischio idrogeologico della foce del Volturno e del Litorale Domizio e il risanamento idrogeologico del Comune di Volturara Irpina.
 

In Sicilia, 5 milioni copriranno, ad esempio, gli interventil di mitigazione del rischio idrogeologico e di erosione costiera nel Comune di Messina.
 

Consulenze ambientali per aziende, enti e professionisti
 

Sono, poi, indirizzati poco più di due milioni al Lazio, per la progettazione della messa in sicurezza di alcuni fossi e canali nel Comune di Roma, e quasi un milione all’Umbria, per il completamento della messa in sicurezza dal rischio idraulico lungo l’asta del Tevere a Città di Castello e il risanamento idrogeologico del Fosso Santa Margherita a Perugia.
 


Condividi: