In data 13 novembre 2018 la Camera ha approvato il disegno di legge di Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2018 (C. 1201-A), il documento contenente le disposizioni di delega necessarie per il recepimento delle direttive e degli altri atti dell’Unione europea, che passa ora al vaglio dell’altro ramo del Parlamento.

Come riporta la Scheda di lettura il ddl, presentato il 26 settembre, detta disposizioni di delega riguardanti il recepimento di 22 direttive europee inserite nell’allegato A, nonché l’adeguamento della normativa italiana a 9 regolamenti europei, e principi e criteri direttivi specifici per l’esercizio della delega relativa a 12 direttive. Novità anche per le tematiche ambientali: l’art. 12 del ddl contiene, infatti, la delega per l’attuazione della direttiva (UE) 2018/410, che modifica la direttiva 2003/87/CE in materia di scambio di quote di emissione dei gas a effetto serra e, come anticipato, figurano tra le direttive da recepire quelle del Pacchetto Circular Economy.

eu2

Precisamente, l’articolo 13 stabilisce i principi e i criteri direttivi per l’attuazione della direttiva 2018/849, che modifica le direttive sui veicoli fuori uso (2000/53/CE), su pile e accumulatori (2006/66/CE) e sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, l’articolo 14 indica i principi e criteri direttivi per l’attuazione della direttiva (UE) 2018/850, che modifica la direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti, e l’articolo 15 riporta, infine, principi e criteri direttivi per l’attuazione della direttiva (UE) 2018/851, che modifica la direttiva 2008/98/CE relativa ai rifiuti e della direttiva (UE) 2018/852, che modifica la direttiva 1994/62/CE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio.

Una volta terminato l’esame in Commissione, i disegni di legge europea e di delegazione europea e la Relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea sono trasmessi all’Assemblea, dove ha luogo la discussione generale congiunta, nell’ambito della quale possono essere presentate risoluzioni sulla Relazione annuale, che sono votate dopo la votazione finale sul disegno di legge. Sul disegno di legge di delegazione europea (e su quello di legge europea, ove contenga deleghe) si esprime, inoltre, il Comitato per la legislazione.

 

Anche di questo ci occuperemo durante il Corso di FormazioneRIFIUTI: NOVITÀ E CRITICITÀ – Classificazione, EoW, sottoprodotti, terre, fanghi, Albo, SISTRI, Circular Economy”, che si terrà a Milano, il 22 novembre 2018.

Info e approfondimenti: formazione@tuttoambiente.it – 0523.315305


Condividi: