L’accordo europeo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose su strada (ADR) è entrato in vigore il 29 gennaio 1968, mentre l’accordo europeo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose per vie navigabili interne (ADN) è entrato in vigore il 29 febbraio 2008. In UE, tutti gli Stai membri sono parti contraenti dell’ADR, mentre tredici Stati membri sono parti contraenti dell’ADN.
 

Con la Decisione (UE) 2018/1485 del 28 settembre 2018, il Consiglio UE ha espresso il proprio giudizio relativamente alla posizione da adottare a nome dell’UE in merito alle modifiche degli allegati agli accordi ADR e ADN.
 

Secondo il Consiglio, le modifiche proposte sono in grado di incidere in modo determinante sul contenuto del diritto dell’UE, in particolare sulla direttiva 2008/68/CE, che stabilisce prescrizioni per il trasporto di merci pericolose su strada, per ferrovia o per vie navigabili interne all’interno degli Stati membri o tra gli stessi, facendo riferimento all’ADR, ai regolamenti concernenti il trasporto internazionale delle merci pericolose per ferrovia (RID) nell’appendice C, della Convenzione relativa ai trasporti internazionali per ferrovia (COTIF) e all’ADN.
 

Le modifiche proposte riguardano, in particolare, norme tecniche o prescrizioni tecniche uniformi, con l’obiettivo di garantire la sicurezza e l’efficienza del trasporto di merci pericolose, tenendo conto del progresso scientifico e tecnico nel settore e dello sviluppo di nuove sostanze e articoli che presentano un pericolo durante il trasporto.
 

Consulenze ambientali per aziende, enti e professionisti
 

Osserva il Consiglio che “tutte le modifiche proposte risultano giustificate e vantaggiose e dovrebbero pertanto essere sostenute dall’Unione. La posizione da adottare a nome dell’Unione riguardo alle modifiche proposte agli allegati dell’ADR e ai regolamenti allegati all’ADN dovrebbe pertanto basarsi sul testo accluso alla presente decisione”. In sostanza, come si legge nell’allegato alla Decisione 2018/1485, il Consiglio concorda con tutte le modifiche proposte.
 

Di questo tema ci occuperemo durante il Master “Esperto Ambientale”, che si terrà a Roma, dal 19 ottobre al 30 novembre 2018, e a Bologna, dal 16 novembre al 12 gennaio 2019.

Info e approfondimenti: formazione@tuttoambiente.it – 0523.315305
 


Condividi: