Il 9 dicembre 2022 il Consiglio ed il Parlamento UE hanno trovato l’intesa sul testo del Regolamento UE sulle batterie.

L’accordo mira a rafforzare le norme sulla sostenibilità per le pile e i rifiuti delle batterie. Si deve evidenziare che per la prima volta la legislazione regolerà l’intero ciclo di vita di una batteria, dalla produzione al riutilizzo e al riciclaggio, e garantirà che siano sicure, sostenibili e competitive.

Le norme si applicheranno a tutte le tipologie di batterie, comprese le pile portatili di scarto, le batterie per veicoli elettrici, industriali, quelle per avviamento, illuminazione e accensione (SLI) (utilizzate principalmente per veicoli e macchinari) e le batterie per mezzi leggeri di trasporto (es. biciclette elettriche, monopattini e scooter elettrici).

L’obiettivo prefissato è quello di promuovere un’economia circolare regolando le batterie durante tutto il loro ciclo di vita. Il regolamento stabilisce pertanto i requisiti di fine vita, compresi gli obiettivi e gli obblighi di raccolta, gli obiettivi per il recupero dei materiali e la responsabilità estesa del produttore.

L’intesa inoltre fissa i target per i produttori di raccolta dei rifiuti di batterie portatili (63% entro la fine del 2027 e 73% entro la fine del 2030) e introduce un obiettivo di raccolta dedicato per i rifiuti di batterie per mezzi di trasporto leggeri (51% entro la fine del 2028 e il 61% entro la fine del 2031).


Condividi: