Top

La banca dati ambientale Vigente, aggiornata, commentata Il tuo strumento operativo

INQUINAMENTO IDRICO – Misure di salvaguardia

Categoria: Acqua
Autorità: Corte di Cassazione Civile – Sez. Unite
Data: 30/03/2009
n. 07575

In tema di acque pubbliche, l'articolo 1 del d.l., n. 180/1998 conv. nella legge n. 267/1998 (applicabile "ratione temporis"), che consente alle Autorità di bacino di adottare misure di salvaguardia ai sensi dell'articolo 17, comma 6-bis, della legge 18 maggio 1989, n. 183 anche in assenza di piani di bacino, è applicabile all'intero territorio nazionale e non soltanto alle "zone colpite da disastri franosi nella Regione Campania" (secondo il titolo del medesimo d.l.). Tale previsione, infatti, è stabilita nel contesto delle altre disposizioni dello stesso articolo, che demandano il predetto compito alle "autorità di bacino di rilievo nazionale e interregionale" e alle "regioni", senza alcuna limitazione territoriale, e costituiscono un complesso di norme diretto principalmente ad accelerare e potenziare quanto occorre per evitare in tutta Italia il pericolo di eventi di quel genere. (Fattispecie relativa a misure di salvaguardia per il fiume Tagliamento adottate dalla relativa Autorità di bacino con delibera del 3 marzo 2004).


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata