Top

La banca dati ambientale Vigente, aggiornata, commentata Il tuo strumento operativo

Rumore – Esercizio attività

Categoria: Rumore
Autorità: Cassazione Penale – Sez. I
Data: 05/09/2011
n. 33072

Nell'ipotesi di esercizio di professione o mestiere rumoroso contro le disposizioni della legge o le prescrizioni dell'Autorità la carica di lesività del bene giuridico protetto sia dall'art. 659, comma secondo, cod. pen., sia dall'art. 10, comma secondo, della legge 26 ottobre 1995 n. 447 (legge quadro sull'inquinamento acustico), consistente nella quiete e tranquillità pubblica, è presunta “ope legis" ed è racchiusa, per intero, nel precetto della disposizione codicistica, che tuttavia cede, di fronte alla configurazione dello speciale illecito amministrativo previsto dall'art. 10 citato, qualora l'inquinamento acustico si concretizzi nel mero superamento dei limiti massimi o differenziali di rumore fissati dalle leggi e dai decreti presidenziali in materia. Sentenza n° 33072 del 05/09/2011 Cassazione Penale – Sez. I


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata