Top

Al via gli inviti a presentare progetti LIFE+ 2015

(di Maria Adele Cerizza)

Categoria: Europa

Sino ad oggi, le componenti LIFE Ambiente e LIFE+ “Politica e governance ambientali” hanno cofinanziato in Italia 445 progetti, per un investimento complessivo di 756 milioni di euro, 298 milioni dei quali stanziati dall’Unione Europea.
Bruxelles lo scorso 1 giugno ha  lanciato  l’invito a presentare progetti  Life 2015, che mette a disposizione  per finanziare  progetti  per la  sezione “ Ambiente “    184.141.337 euro e per la sezione “Azione per il clima “ 56.670.000 euro.
Destinatari dei finanziamenti sono le PMI e gli enti  pubblici i quali potranno ottenere un contributo da parte di Life pari al 60% dei costi dei progetti che  presenteranno.
Tutta la documentazione  utile per la presentazione  dei progetti per  ottenere i finanziamenti  dal programma Life  2014-2020 è in rete nel sito: http://ec.europa.eu/environment/life/funding/life2015/index.htm.
I soggetti interessati possono consultare in questo sito tutta la documentazione utile per presentare un progetto. Si tratta delle Linee Guida Generali, delle Linee Guida specifiche per ciascun settore e di tutte le indicazioni utili per presentare i progetti mediante lo strumento “eProposal” ( https://webgate.ec.europa.eu/eproposalWeb/).
L’Italia è  il beneficiario principale dei finanziamenti Life, sia per quanto riguarda il numero di progetti finanziati che per l’entità dei contributi comunitari.
I progetti già ultimati riguardavano principalmente ambiti quali le tecnologie pulite, la gestione integrata dell’ambiente (EMAS); l’assetto urbano, la mobilità e i trasporti; la qualità dell’aria; la qualità e l’approvvigionamento delle risorse idriche; la riqualificazione dei siti; il conferimento dei rifiuti in discarica; la contabilità ambientale; il trattamento dei reflui; l’efficienza energetica, la gestione dei bacini idrografici e delle aree sensibili. I principali beneficiari sono stati enti regionali e locali, istituti di ricerca e aziende pubbliche nonché università, ONG, agenzie di sviluppo, enti parchi, grandi aziende e società internazionali, organizzazioni di categoria. La durata dei progetti variava da 12 a 60 mesi, con una media di 24-48 mesi.
Tra le novità della nuova programmazione del Life figura il finanziamento di  nuova tipologia di progetti, denominati “progetti integrati”. Questi progetti sono finalizzati a migliorare l’attuazione delle politiche ambientale e climatica e la loro integrazione nelle altre politiche, in particolare attraverso una mobilitazione coordinata di altri finanziamenti dell’Unione, nazionali e privati, che perseguono obiettivi ambientali o climatici.
Oltre ai progetti integrati possono essere finanziati i cosiddetti “progetti tradizionali” che comprendono:  – progetti pilota: – progetti dimostrativi: – progetti di buone pratiche: che applicano tecniche, metodi e approcci adeguati, efficaci sotto il profilo economico e all’avanguardia, tenendo conto del contesto specifico del progetto; – progetti integrati – progetti d’informazione, sensibilizzazione e divulgazione. Inoltre il nuovo Life prevede anche il finanziamento di – progetti preparatori che rispondono alle esigenze specifiche connesse all’attuazione e allo sviluppo delle politiche e della legislazione dell’Unione in materia ambientale o climatica e progetti di assistenza tecnica volti a sostenere l’elaborazione di progetti integrati:
Sono inoltre previste “sovvenzioni di funzionamento”, destinate a coprire alcune spese amministrative e operative di organizzazioni senza scopo di lucro che perseguono finalità di interesse generale europeo, che sono attive principalmente nel settore dell’ambiente  o dell’azione per il clima e sono coinvolte nello sviluppo, nell’attuazione e nell’applicazione della politica e della legislazione dell’Unione.
Questo il calendario delle scadenze per la presentazione dei progetti 2015: 

  • Progetti tradizionali CLIMA: 15/09/2015
  • Progetti tradizionali ENV: 01/10/2015
  • Progetti tradizionali NAT/GIE: 07/10/2015
  • Progetti integrati CLIMA: 01/10/2015
  • Progetti preparatori: 30/10/2015
  • Progetti integrati ENV/NAT: 01/10/2015
  • Progetti di assistenza tecnica P.I.: 15/9/2015

Prossimamente saranno lanciati due strumenti finanziari innovativi nell’ambito di LIFE: lo Strumento di finanziamento del capitale naturale (Natural Capital Financing Facility – (NCFF) e  lo Strumento di finanziamento privato dell’efficienza energetica (Private Financing for Energy Efficiency instrument – PF4EE) gestiti dalla BEI.
Il prossimo 22 giugno si terrà l’INFO DAY Nazionale a Roma presso l’Università degli Studi La Sapienza organizzato dal Punto di Contatto Nazionale: http://www.minambiente.it/pagina/info-day-nazionale-2015.
Ed infine alcuni  Indirizzi utili:
– sito web DG ambiente COMMISSIONE EUROPEA:
http://ec.europa.eu/environment/life/funding/life2015/index.htm
sito web  MINISTERO AMBIENTE :  http://www.minambiente.it/pagina/programma-lambiente-e-lazione-il-clima-life-2014-2020

* Punto di contatto nazionale: Dott.ssa Stefania Betti – Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile, Per il Danno Ambientale e per i Rapporti con l’Unione Europea e gli Organismi Internazionali, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Via Cristoforo Colombo, 44 00147 – Roma -Tel. +39 06/57 22 8252 – +39 06/57228274 – Fax: +39 06/57 22 8239 – Email: lifeplus@minambiente.it

Torna all'elenco completo

© Riproduzione riservata