Top

Verifiche Responsabile Tecnico, revisione dei quiz: cosa succederà?

(di Marco Casadei)

Categoria: Rifiuti

 

Il 16 ottobre 2017 entrava in vigore la riforma della figura del Responsabile Tecnico delle imprese iscritte all’Albo gestori ambientali, che si consolidava con la prima verifica d’idoneità svoltasi il 19 dicembre a Venezia. Ebbene, a distanza di un anno dalla prima verifica, il Comitato Nazionale ha apportato la più consistente revisione dei quiz d’idoneità (Art. 2, c. 1 della Delibera n. 6 del 30 maggio 2017: I quiz oggetto di verifiche sono approvati dal Comitato Nazionale e … sono periodicamente aggiornati).

Del resto, l’organizzazione delle verifiche d’idoneità del 2019 aveva già previsto una pausa di circa 60 giorni tra l’ultima verifica del 2018, a Firenze il 12 dicembre, e la prima del 2019, a Napoli il 20 febbraio, al fine di consentire all’Albo di aggiornare i quiz oggetto delle prove.

Infatti, recependo le diverse segnalazioni pervenute dalle Sezioni, dalle associazioni di categoria interessate e dagli stessi Responsabili Tecnici, sono stati rivisti tutti i quiz che erano risultati errati, poco chiari, fuorvianti, o semplicemente da aggiornare sulla base delle modifiche normative (v. Responsabile tecnico rifiuti: aggiornati i quiz!!!).

Si ricorda che l’elenco dei quiz oggetto di prova è pubblicato sul sito nazionale dell’Albo gestori ambientali dove, per ogni modulo, sono riportate nelle ultime pagine del file consultabile, e scaricabile, l’elenco di quelli modificati e la relativa data di aggiornamento.

Vediamo le modifiche apportate per ogni modulo.

 

Modulo Generale

Il modulo generale è quello che ha visto maggiori interventi nella ridefinizione dei quiz. A fronte di circa 50 domande aggiunte o modificate, sono oltre 110 quelle eliminate.

L’argomento più coinvolto è sicuramente la Materia: 2. Quadro delle responsabilità e delle competenze del responsabile Tecnico con un saldo pressoché invariato, ma con oltre 20 domande aggiunte e altrettante eliminate; sono stati meglio definiti i compiti e le attribuzioni del Responsabile Tecnico delle imprese iscritte all’Albo.

Invece la Materia: 1. Legislazione dei rifiuti: italiana e europea e la Materia 1.1 Quadro generale della normativa nazionale sull’ambiente (principi delle parti I, II, III, V e VI del D.L.vo. 152/2006) ha visto più quiz cancellati rispetto agli aggiunti / modificati, diminuendo complessivamente il numero dei quesiti da imparare.

Pressoché invariate le domande delle restanti materie oggetto di prova.

 

Categorie 1-4-5

Il modulo specialistico relativo alla categorie 1-4-5 ha visto complessivamente eliminati circa 25 quesiti, a fronte di altrettanti aggiunti / modificati, mantenendone invariato sostanzialmente il numero complesso.

In particolare, è da segnalare che l’intervento maggiore ha interessato la Materia: 4. Normativa trasporto merci pericolose (ADR) con 10 quiz aggiunti e 12 eliminati.

 

Categoria 8

Poche modifiche sono state apportate al modulo specialistico categoria 8, con complessivamente 9 quiz eliminati e 3 aggiunti.

 

Categorie 9 e 10

Ancora meno interventi sono stati ritenuti necessari per il modulo specialistico categoria 9, con un solo quiz eliminato, analogamente a quanto avvenuto con il modulo specialistico categoria 10, dove sono stati eliminati solamente 2 quiz (v. anche Responsabile Tecnico per la bonifica di beni contenenti amianto: quale esperienza professionale?).

 

Nuovi aggiornamenti in arrivo?

La seconda pausa nel calendario delle prove del 2019, che avverrà quest’estate, consentirà al Comitato Nazionale di sfruttare un nuovo periodo entro il quale produrre un altro aggiornamento, se lo ritenesse necessario. Probabilmente, al rientro dalle vacanze estive, troveremo diversi quiz modificati rispetto a quelli oggi pubblicati.

 

Piacenza, 28.12.2018

 

*Addendum da TuttoAmbiente:

Per aiutare i candidati a superare le verifiche d’idoneità predisposte dall’Albo Gestori TuttoAmbiente ha creato la Scuola di Formazione per Responsabile Tecnico Gestione Rifiutidisponibile in aula e a distanza (FAD). In un’ottica di continuo miglioramento, vi invitiamo inoltre a segnalarci le vostre perplessità sui quiz, gli errori che pensate di aver riscontrato, le domande che possono avere più risposte valide, sarà nostra cura, nel vostro interesse, segnalarle all’Albo Gestori per gli opportuni interventi.

Info e approfondimenti: formazione@tuttoambiente.it – 0523.315305

 

Torna all'elenco completo

© Riproduzione riservata