Top

Terre e rocce da scavo: rifiuti o sottoprodotti?

Categoria: Rifiuti
Autorità: Cassazione Pen., Sez. III
Data: 12/03/2015
n. 10483

Non è configurabile il reato di gestione non autorizzata di rifiuti, in presenza di un’attività di frammentazione o macinatura di terre e rocce da scavo utilizzate per la pavimentazione di un’area, in quanto è consentito l’utilizzo delle stesse, in qualità di sottoprodotti e non di rifiuti, per riempimenti e reinterri, secondo quanto disposto dall’art. 4 del D.M. 161 del 2012.


Vedi il testo completo: Link al documento

© Riproduzione riservata